Salta al contenuto principale

Città di Fara in Sabina

Up

Amministrazione

Autorizzazione Paesaggistica - U.T.P.

Ai sensi dell'art. 146, comma 1, del D.Lgs. 22.01.2004 n. 42 e s.m.i., i proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili ed aree di interesse paesaggistico, tutelati dalla legge, a termini dell'articolo 142, o in base alla legge, a termini degli articoli 136, 143, comma 1, lett. d), e 157, non possono distruggerli, né introdurvi modificazioni che rechino pregiudizio ai valori paesaggistici oggetto di protezione.

I soggetti sopra indicati hanno l'obbligo di presentare alle amministrazioni competenti il progetto degli interventi che intendano intraprendere (richiesta di autorizzazione paesaggistica), corredato della prescritta documentazione, ed astenersi dall'avviare i lavori fino a quando non ne abbiano ottenuto idoneo titolo abilitativo di natura edilizia (ovvero Permesso di Costruire, DIA, SCIA, CILA).

L'autorizzazione paesaggistica costituisce atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire o agli altri titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio. Fuori dai casi di cui all'articolo 167, comma 4, l'autorizzazione non può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi.

L'autorizzazione paesaggistica è efficace per cinque anni e "i lavori iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell'autorizzazione possono essere conclusi entro, e non oltre, l'anno successivo la scadenza del quinquennio medesimo. Il termine di efficacia dell'autorizzazione decorre dal giorno in cui acquista efficacia il titolo edilizio eventualmente necessario per la realizzazione dell'intervento, a meno che il ritardo in ordine al rilascio e alla conseguente efficacia di quest'ultimo non sia dipeso da circostanze imputabili all'interessato." (art. 146, comma 4, D.Lgs. 42/04, cosi come modificato dalla Legge 7 ottobre 2013, n. 112).

Ufficio: Settore Pianificazione ed Assetto del Territorio - Ufficio di Tutela Paesaggistica
Responsabile del Procedimento:   Ing. Andrea Valenzi
  tel. 0765.2779327
  e.mail:    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  pec:        Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ALL’UFFICIO DI TUTELA PAESAGGISTICA

I procedimenti relativi alle istanze di autorizzazione paesaggistica (ex art. 146 del Codice), di accertamento di compatibilità paesaggistica ordinaria e autorizzazione paesaggistica postuma per vincolo sopravvenuto (ex art. 167) e parere paesaggistico in sanatoria (ex art. 32 Legge n. 47/85) dovranno essere avviati esclusivamente in modalità telematica attraverso invio della documentazione tecnico-amministrativa prevista a mezzo PEC all’indirizzo:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

secondo le indicazioni dell'AVVISO prot. 6476 del 27.03.2020.

CARTA DEI SERVIZI

aggiornata ai contenuti della Legge Regionale 22 giugno 2012, n. 8 e del D.P.R. 13 febbraio 2017, n. 31.

(in fase di aggiornamento rispetto alle modifiche introdotte dalla L.R. 27 febbraio 2020, n. 1 alla L.R. n. 8/2012)

 

Istanza di Autorizzazione Paesaggistica ex art. 146 del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e s.m.i. - Sudbdelega ai sensi dell'art. 1 della L.R. n. 8/2012.

Istanza di Accertamento di Compatibilità Paesaggistica ordinarioa ex art. 167 D.Lgs.42/2004 e istanza di autorizzazione paesaggistica postuma per vincolo sopravvenuto secondo la procedura di cui all’articolo 167, comma 5, del d.lgs. 42/2004.

Istanza di Parer ex art. 32 della Legge 28 febbraio 1985, n.47 - Subdelega ai sensi dell’art. 4 della L.R. n. 8/2012.

Dichiarazione asseverata di conformità paesaggistica.

Dichiarazione asseverata di conformità urbanistica.

Dichiarazione asseverata di legittimità dell’esistente.

Dichiarazione asseverata di sussistenza/insussistenza precedenti Nulla Osta e/o pareri.

Dichiarazione asseverata di insussistenza del vincolo di cui all’art. 10 del D.Lgs. n. 42/2004.

Autocertificazione del proprietario in merito all’esistenza o meno di richiesta di sanatoria ai sensi delle Leggi n. 47/85, n. 724/94 e n. 326/03.

Autodichiarazione sull’esistenza o inesistenza di procedimenti penali in corso in merito all’abuso in questione.

Dichiarazione asseveratadi conformità dell'esistente a meno dell'abuso oggetto di accertamento o autorizzazione postuma.

 
 

Per richiedere i documenti in formato accessibile scrivere a s.armini@farainsabina.gov.it