Salta al contenuto principale

Città di Fara in Sabina

PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE

Il Comune di Fara in Sabina è dotato di Piano Regolatore Generale (P.R.G.), approvato con Deliberazione della G.R. del Lazio n. 10948 del 27.12.1996, pubblicata sul B.U.R.L. n. 12 del 30.04.1997, S.O. n. 4.

In sostituzione di quella redatta ed approvata nell’anno 2002, con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 18 del 24 marzo 2011, è stata approvata la nuova cartografia di P.R.G. ottenuta dalla trasposizione su base catastale (anno 2009).

In caso di errori, omissioni o imprecisioni eventualmente sfuggiti alla sia pur accurata verifica degli atti di pianificazione comunale, gli atti aventi validità ufficiale sono i rispettivi provvedimenti di approvazione, che pertanto restano sovraordinati agli elaborati approvati con D.C.C. n. 18/2011.

Elab. C1: P.R.G. - Zonizzazione del territorio comunale e quadro d'unione dei centri e nuclei abitati

 

VARIANTE ALLE N.T.A.

Variante normativa alle Norme Tecniche di Attuazione del vigente P.R.G., approvata con Deliberazione della G.R. n. 482 del 04.08.2016, pubblicata sul B.U.R.L. n. 66 del 18.08.2016, con le modifiche e le prescrizioni contenuti nel parere del CRpT (voto 227/1 del 12.11.2015) – Deliberazione di C.C. n. 70 del 05.12.2016 di presa d’atto del nuovo testo.

Elab. D NTA_VARIANTE - T_C

 

DISPOSIZIONI PER LA RIGENERAZIONE URBANA E PER IL RECUPERO EDILIZIO

Con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 5 del 12.03.2021, pubblicata all’Albo n. 420/2021, sono stati approvati definitivamente, ai sensi dell’art. 1, comma 1 lett. b) e comma 3, della L.R. n. 36/1987, gli elaborati denominati “DISPOSIZIONI PER LA RIGENERAZIONE URBANA E PER IL RECUPERO EDILIZIO”.

Con il documento tecnico (Elab. D1) e gli elaborati grafici allegati (Elab. D2/a-b), il Comune di Fara in Sabina ha individuato gli ambiti territoriali su cui sarà possibile attuare interventi di riqualificazione e recupero edilizio (art. 3), ed ha proceduto a inserire nelle N.T.A. del vigente P.R.G. la disciplina degli interventi per il cambio di destinazione d’uso (art. 4) e per il miglioramento sismico e l’efficientamento energetico degli edifici (art. 5), che si vanno ad aggiungere agli interventi diretti (art. 6) che sono già consentiti senza necessità di alcun recepimento da parte dei comuni.

Le ulteriori disposizioni contenute nel suddetto documento tecnico (Elab. D1) hanno il solo scopo di fornire indicazioni operative per l’attuazione degli interventi disciplinati dalla L.R. n. 7/2017, che resta in ogni caso sovraordinata e riferimento per tutti gli aspetti attuativi.

Elab. D1: Disposizioni Rigenerazione Urbana per il Recupero Edilizio

Elab. D2/a: Perimetrazione Aree - “componenti del paesaggio e degli strumenti di pianificazione”

Elab. D2/b: Perimetrazione Aree - “ambiti di rigenerazione urbana”