Salta al contenuto principale

Città di Fara in Sabina

Emergenza Coronavirus

 

La Asl di Rieti ci ha comunicato 4 nuovi casi positivi al Covid-19 a Fara.
Di questi, 1 appartiene allo stesso nucleo familiare della persona già comunicata ieri, da giorni si trovava in quarantena ed è stata posta in isolamento domiciliare;
2 sono risultate positive a seguito di indagini effettuate all’interno di una casa di riposo con sede nel nostro territorio.
Nella stessa struttura sono stati effettuati 22 tamponi, 19 con risultato negativo e 3 con risultato positivo, di cui solo 2 nostri cittadini.
Le persone positive sono state immediatamente isolate e ad oggi risultano asintomatiche.
L’unità di crisi aziendale ha attivato tutti i protocolli di sicurezza e adottato le misure necessarie.
Ho contattato personalmente i responsabili della struttura interessata per accertarmi delle condizioni di salute delle due persone positive e per verificare il rispetto di tutte le misure di sicurezza.
Il monitoraggio sulle strutture è stato costante e le indagini verranno completate dalla Asl nei prossimi giorni.
Non ho dubbi che insieme sconfiggeremo il virus e la paura!

 

Prosegue senza sosta il lavoro del Centro Operativo Comunale.
Da ieri è iniziata la capillare distribuzione di circa 6000 mascherine messe a disposizione dall’Ufficio di Piano del Distretto Socio Sanitario RI3 ai nostri cittadini over 70 (3 pezzi pro capite).
Il tutto viene condotto nel rispetto delle disposizioni governative, i volontari delle associazioni che fanno parte del Coc, infatti, le lasceranno nella cassetta della posta così da evitare il contatto diretto. Quindi nessuno suonerà per chiedere di entrare nelle abitazioni private.
Questa fornitura è un passo importante per dare un’adeguata protezione alle persone più deboli ed esposte, abbiamo il compito di tutelare la loro salute.
State a casa il più possibile e se dovete uscire proteggetevi!

 

Oggi devo comunicarvi 1 nuovo caso positivo nella nostra città legato allo stesso nucleo familiare di una delle persone risultata positiva nei giorni scorsi, già posta in quarantena, si trova ora in isolamento domiciliare.
La Asl di Rieti ci comunica anche che un’altra persona, risultata negativa ai controlli intermedi, è stata sottoposta al secondo tampone ed è risultata positiva, anch’essa si trova in isolamento da diversi giorni.
Questi dati sono il risultato di un monitoraggio costante da parte dell’unità di crisi e della Asl di Rieti che, oltre ad effettuare le indagini epidemiologiche sui soggetti sintomatici, continua la sorveglianza sanitaria su tutte le persone in quarantena.
La mia proposta di fare della nostra città un laboratorio per mappare, attraverso un’analisi statistica stratificata, il comportamento del Covid-19 diventa sempre più urgente, così non solo potremmo combattere con più efficacia questo nemico invisibile ma soprattutto potremmo programmare l’uscita dal lockdown il prima possibile e in sicurezza.
Nel frattempo continuiamo a tenere alta l’attenzione, restiamo a casa, rispettiamo tutte le disposizioni previste e le misure di sicurezza interpersonale, solo così potremo sconfiggere il virus e la paura!

 

Nessun caso positivo in città. Anche oggi il nostro aggiornamento quotidiano lascia invariata la situazione con 42 persone poste in quarantena di cui 12 positive al Covid-19.
Stamattina con l’inizio della consegna dei buoni alimentari abbiamo iniziato ad affrontare un altro aspetto di questa emergenza per far fronte alle difficoltà di tante famiglie e sostenerle in questo difficile momento.
Non a caso abbiamo deciso di consegnarli attraverso i nostri volontari casa per casa, così nessuno si dovrà spostare, perché è importante restare a casa, uscire solo per necessità e continuare a rispettare le disposizioni governative. Insieme ce la faremo!

 

A pochi giorni dall’annuncio del governo, e grazie ad un intenso e collaborativo lavoro politico-amministrativo, siamo tra i primi comuni in Italia a consegnare i buoni spesa nelle mani delle famiglie assegnatarie.
I volontari del Centro Operativo Comunale sono già all’opera, stanno portando direttamente a casa dei beneficiari i primi buoni spesa per far fronte alle difficoltà economiche causate dal lockdown imposto dal Governo.
Un’operazione “zero burocrazia” per dare una prima, e sappiamo basica, risposta a quei nuclei familiari che a seguito dell’emergenza Coronavirus hanno perso il proprio reddito.
Come amministrazione comunale abbiamo scelto di essere chiari, semplici e rapidi in questo momento di crisi.
Adesso il Governo deve darci gli strumenti per essere realmente incisivi nei mesi futuri, quando saremo impegnati non solo a sanare le ferite provocate ma soprattutto a far ripartire l’Italia.
Nei prossimi giorni completeremo la consegna dei buoni a tutti gli aventi diritto, e nel frattempo, siamo già al lavoro per destinare alle famiglie in difficoltà i 55.000€ messi a disposizione dalla Regione Lazio. Con queste due operazioni abbiamo cercato di dare una risposta concreta a tutti i cittadini, anche a quelle categorie spesso dimenticate.
Ricordo a tutti coloro i quali fossero in possesso dei requisiti, che è ancora possibile presentare la domanda per ottenere i buoni spesa fino all’8 aprile.

https://www.farainsabina.gov.it/news-e-comunicati-stampa/item/2466-avviso-pubblico-assegnazione-di-buoni-spesa-una-tantum-a-nuclei-familiari-in-condizioni-di-disagio-economico-–-misure-di-contenimento-emergenza-epimediologica-da-covid-19.html

Un passo alla volta, tutti insieme, ce la faremo e ci riprenderemo il nostro futuro!

 

Anche oggi non ci sono nuovi casi positivi e la situazione nella nostra città resta invariata. Restiamo a casa, rispettiamo tutte le misure di sicurezza, la distanza interpersonale e insieme ce la faremo!