Stampa questa pagina
Lunedì, 07 Ottobre 2013 09:33

Dal Consiglio Comunale nuove risposte ai cittadini.

Nella seduta di Consiglio Comunale del 26 settembre, l’assemblea cittadina di Fara in Sabina ha approvato una serie di misure “volte- esordisce il vicesindaco ed assessore all’Urbanistica, Mauro Pinzari- a dare risposte reali e concrete alla necessità della comunità e del territorio.”

Tra i punti, l’approvazione di un accordo che permetterà il completamento di alcune opere di urbanizzazione nella frazione di Prime Case.

“Questa convenzione- spiega Pinzari- ci consentirà di veder realizzate alcune importanti opere di urbanizzazione a Prime Case. Il progetto, infatti, è studiato in modo da ridistribuire e consolidare le aree a destinazione pubblica e privata. Servirà, inoltre, all’ampliamento della sede stradale comunale ed alla creazione di un parcheggio pubblico e di un’area verde attrezzata a parco giochi per i più piccoli.”

Altro punto importante discusso in assemblea è quello relativo alla variante urbanistica relativa ai lavori di sistemazione dell’incrocio con la strada comunale per Montelibretti, in località Borgo Santa Maria, tra i km 37 e 39 della SS4 Salaria.

 

“Anche questo atto di natura urbanistica, come gli altri approvati nell’ultima seduta di Consiglio, è un piccolo anello di una grande catena. In questo caso, in seguito ad una Conferenza dei Servizi convocata dal Provveditorato interregionale per le Opere Pubbliche e richiesta dall’ANAS al fine di realizzare i lavori di sistemazione di un tratto stradale che interessa il nostro Comune, è stata condotta un’Analisi del Territorio, approvata poi dal Consiglio Comunale. Da tale Analisi, le aree interessate dalla variante risultano appartenere al demanio civico, all’Università Agraria di Corese Terra, occupate o gravate da diritto di uso civico di pascolo a favore della collettività. Ora, pertanto, attendiamo il parere dell’Assessorato Regionale per le Politiche del Territorio in merito agli usi civici, necessario alla approvazione definitiva della variante urbanistica. Sarà l’Università Agraria, incaricata dal Consiglio, a dover trasmettere alla Regione i dati catastali relativi alle terre demaniali per ottenere dall’Ente l’emanazione dei provvedimenti legislativi necessari per lo svincolo dei terreni interessati dal progetto, affinché i lavori di sistemazione della strada comunale possano partire.”

“In Consiglio –conclude il Sindaco, Davide Basilicata- abbiamo dato attuazione ad un importante lavoro di programmazione del territorio, settore da cui non possiamo prescindere per realizzare una nuova idea di Città. La creazione di nuovi spazi pubblici a Prime Case e la sistemazione di una strada comunale sono due esempi evidenti di come, con il lavoro costante degli uffici, nonostante le lungaggini della burocrazia italiana, la tenacia e l’impegno di chi ha a cuore le sorti del nostro territorio, permettano di realizzare opere di interesse collettivo, funzionali e di decoro.”