Salta al contenuto principale

Città di Fara in Sabina

Martedì, 20 Maggio 2014 11:09

Uno "Special day" su sport e disabilità

Conto alla rovescia per lo “Special Olymipics Day” a Fara in Sabina. Giovedì 22 e venerdì 23 maggio, due giornate all’insegna dello sport “per tutti” organizzate dalle associazioni Special Olympics Italia e SportInsieme in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Fara in Sabina, l’Istituto di istruzione superiore “Aldo Moro” di Passo Corese e il Liceo classico "Lorenzo Rocci" di Passo Corese. Scopo della manifestazione è sensibilizzare le famiglie sul tema della pari opportunità nonché dimostrare che l’attività sportiva può essere praticata anche dalle persone con disabilità.

Il programma di giovedì si svolge presso l’Istituto di istruzione superiore “Aldo Moro” di Passo Corese, dove alle ore 9 inizia un incontro con gli studenti in cui si alternano testimonianze ed interventi con la proiezione di diversi filmati.

Venerdì alle 9 l’appuntamento è al campo sportivo “Amerigo Di Tommaso” di Passo Corese, dove si svolgono le gare dei 50 metri piani, lancio del vortex e marcia a cui partecipano ragazzi disabili.

«La collaborazione tra enti pubblici, sistema educativo e mondo dell’associazionismo porta sempre grandi frutti. Come abbiamo già dimostrato in passato, Fara in Sabina è una città sensibile ai diritti delle persone con disabilità e si adopera affinché la qualità della vita sia per loro sempre migliore». È quanto dichiara il sindaco Davide Basilicata.

«Va molto di moda parlare di pari opportunità – dichiara il consigliere comunale Simone Fratini – ma non sempre le parole si trasformano in azioni. Noi crediamo che lo sport sia uno strumento efficace di integrazione e crescita personale, capace di regalare a tutte le persone un grande senso di libertà».

«E’ un grande orgoglio vedere Fara in Sabina ospitare il primo “special day” realizzato in provincia di Rieti. Voglio ringraziare l’amministrazione comunale, le scuole e le associazioni del territorio che contribuiscono fattivamente alla realizzazione della manifestazione. Trovare delle persone sensibili che si impegnano nel promuovere il nostro movimento, è il secondo successo per Fara in Sabina». È quanto dichiara Morena De Marco, responsabile provinciale di Special Olympics Italia.