Salta al contenuto principale

Città di Fara in Sabina

Martedì, 30 Settembre 2014 07:41

Una pista ciclabile per unire il territorio

Sono partiti i lavori per la realizzazione di una pista ciclabile e il ripristino di un percorso ciclo-pedonale per la valorizzazione dell’itinerario naturalistico Fara-Passo Corese. Sull’opera pubblica, che collegherà da nord a sud il territorio comunale, sono stati investiti circa 445mila euro, di cui 133mila a carico del Comune, mentre i restanti 312mila euro provengono dai fondi europei per lo sviluppo rurale.

Un itinerario immerso nel tipico paesaggio delle colline sabine che parte da Viale XXV Aprile (Passo Corese) e si snoda per circa trenta chilometri toccando gli abitati di Coltodino, Canneto, Fara e Montegrottone, da fare a piedi o in bicicletta, adatto sia per i residenti sia per i turisti che avranno la possibilità di seguire le informazioni appositamente fornite ed usufruire di aree di sosta dislocate ad intervalli adeguati. Il percorso lambisce tutte le aziende agrituristiche di Fara in Sabina. Prevista anche la riapertura della vecchia strada mulattiera che da Coltodino giunge al borgo di Fara; un percorso escursionistico utile anche per la prevenzione degli incendi boschivi. Infine, durante i lavori saranno realizzati dei dispositivi drenanti per impedire gli allagamenti nella zona di Viale XXV Aprile.

«Un grande investimento per un grande progetto che unisce letteralmente il territorio di Fara in Sabina, per troppo tempo una città solo sulla carta. Confermiamo il nostro impegno per costruire una nuova idea di città dove sia possibile fare attività all’aria aperta in sicurezza, apprezzando le bellezze che offre il territorio. Anche in questo modo si ricuce un tessuto urbano e sociale evidentemente frammentato per colpa delle politiche sbagliate che hanno segnato il recente passato. La nuova pista ciclabile ed il percorso collegato sono un incentivo al turismo, settore strategico per l’economia locale su cui stiamo investendo senza indugi». E' quanto dichiarano il sindaco Davide Basilicata e l'assessore Giacomo Corradini.