Salta al contenuto principale

Città di Fara in Sabina

Mercoledì, 11 Marzo 2015 10:09

Fosso Corese: manutenzione spetta ai privati

Spetta ai frontisti, cioè ai proprietari dei terreni che si “affacciano” sul corso d’acqua, la manutenzione del fosso Corese. È quanto si evince dagli incontri convocati dall’Amministrazione comunale di Fara in Sabina per chiarire le competenze di enti come la Provincia di Rieti, l’Agenzia regionale per la Difesa del Suolo e l’Autorità di Bacino del Fiume Tevere, alla presenza del sindaco Davide Basilicata e degli assessori competenti in materia di ambiente ed agricoltura.

Mentre l’Ardis e l’AbTevere rimbalzano la palla agli uffici provinciali, dalla sede di via Salaria rimandano tutto ai privati che in prima istanza si erano rivolti proprio alla Provincia di Rieti e al comune di Fara in Sabina, che a loro volta avevano raccolto la segnalazione della Confagricoltura, preoccupata per i frequenti allagamenti dei terreni vicini al fosso Corese.

«La nostra amministrazione è attenta alla difesa del suolo. Ci siamo attivati fin da subito per sollecitare gli enti competenti in materia. Anche se in questo caso l’intervento spetta ai privati, che si sono subito mostrati disponibili, abbiamo comunque instaurato con essi un rapporto di collaborazione funzionale ai progetti che vogliamo realizzare per la tutela dell’assetto idrogeologico della città, che ovviamente riguarderanno prima di tutto il fosso Corese. Presto inviteremo i frontisti ad un incontro dove spiegheremo loro il nostro lavoro e le competenze di ogni attore, pubblico e privato». È quanto dichiarano gli assessori Marco Marinangeli e Giacomo Corradini.