Città di Fara in Sabina
Martedì, 11 Luglio 2017 14:53

Ater e Città di Fara insieme, per un progetto di crescita che punta sulla formazione

"Il decollo del centro storico di Fara in Sabina e la costruzione di una nuova identità del borgo, hanno da sempre rappresentato un punto fermo della nostra azione politico-amministrativa. Un obiettivo chiaro, un progetto fondato su cultura, turismo e benessere, che mira all’ evoluzione e crescita graduale di questo territorio. Con i fatti abbiamo voluto proprio operare in questo senso, con finanziamenti in opere pubbliche, di oltre 1 milione, investiti nel centro storico cittadino dalla prima amministrazione Basilicata, come la variante urbanistica alle norme tecniche di attuazione del PRG, che permette oggi di trasformare cantine e rimesse, in potenziali botteghe o esercizi commerciali. Attraverso la nuova gestione del museo civico, abbiamo deciso di potenziare fattivamente l'offerta culturale, grazie ad una comprovata sinergia tra enti e istituzioni sul piano culturale, che ha permesso di puntare sulle tante iniziative e spettacoli, atti a supportare, garantire e creare, poli attrattivi, che ogni anno radunano migliaia di visitatori.

E ancora, il futuro potenziamento del tpl verso la stazione fs e i punti d'interesse, la valorizzazione del patrimonio comunale in disuso, con la vendita all'Ater di 4 appartamenti di nostra proprietà che ospiteranno nuove famiglie in regime di Erp, per provvedere concretamente all'emergenza abitativa e ripopolare Fara, sono operazioni che vanno in un’unica direzione, rispondere alle esigenze dei nostri cittadini, e credere fortemente nella crescita del nostro territorio.

Dalla collaborazione tra enti pubblici è nata un'altra e più ambiziosa idea, quella di riconvertire parte del palazzo oggi sede di alcuni uffici comunali, in polo universitario o di alta formazione. Un disegno organico di ampio respiro, una visione di Fara come centro culturale e del sapere, che restituisca centralità ad un borgo che da decenni è stato lentamente spogliato del suo ruolo di capoluogo. Oggi grazie alla volontà delle due amministrazioni, insieme all'Ater di Rieti, abbiamo messo la prima pietra di questo grande progetto. Un primo passo, un atto d'intesa e univoco, che mette al centro Fara, come potenziale punto di eccellenza e di riferimento culturale del sapere, catalizzatore per l'intera sabina. Storia, formazione e innovazione, per il futuro e la rinascita del nostro bellissimo borgo", dichiara il Sindaco Basilicata.

 

https://www.aterrieti.it/comunicati-stampa/item/279-l-ater-incrementa-il-patrimonio-immobiliare-firmati-altri-preliminari-di-vendita.html 

Per segnalare eventuali situazioni di rischio corruzione nell’attività amministrativa del Comune, è attivo l’indirizzo di posta elettronica anticorruzione@farainsabina.gov.it. I dati saranno trattati in forma anonima.